PREMESSA

Il percorso di presa in carico e cura di una persona fragile si realizza nell’ambito di una relazione che coinvolge sia l’équipe multi-professionale sia le relazioni familiari di riferimento. L’alleanza terapeutica tra familiare ed équipe costituisce un’importante risorsa non solo nella presa in carico ma anche nella quotidiana gestione della persona che risiede presso una struttura socio-sanitaria.
In questo periodo di Emergenza Sanitaria “QUISISANA OSTELLATO” si è dunque attivata per mantenere regolari contatti con i familiari attraverso telefonate, video-chiamate e messaggi ma il protrarsi delle imprescindibili misure di prevenzione del contagio rende sempre più gravosa la lontananza dai legami affettivi e dalle abitudini legate alle visite in struttura.
Inoltre per i residenti più attivi la mancanza di occasioni di uscita e fruizione delle risorse del territorio, in particolare nella bella stagione, rende ancor più gravose le suddette restrizioni.
Nonostante il potenziamento delle attività educative e ricreative che strutturano la giornata, tale condizione di isolamento dal mondo esterno e dai riferimenti familiari potenzialmente comporta per il residente l’insorgere di risposte emotive negative con possibili stati depressivi, comportamenti reattivi e problematici, in generale una possibile condizione di malessere psicologico che si somma alla sofferenza per eventuali patologie già presenti.

OBIETTIVI E STRATEGIE

Per tali motivi, oltre al parco alberato da sempre presente, “QUISISANA OSTELLATO” inaugura un nuovo “Spazio all’aperto” con l’obiettivo di incrementare la fruizione di spazi esterni ed offrire al contempo un’importante opportunità di incontro/saluto ai residenti e ai loro familiari, sempre nel rispetto delle disposizioni di legge.
Tale area è dotata di confortevole salottino, ombrelloni a baldacchino, fioriere in legno con piante fiorite ed erbe aromatiche per rendere gradevole la permanenza e delimitare gli spazi fruibili in sicurezza. E’ inoltre facilmente accessibile grazie all’ampia pavimentazione autobloccante in tutto il patio esterno. Innanzitutto vengono cosi ampliate per CRA e CSRR le occasioni di permanenza all’aria aperta durante le tiepide giornate primaverili, per lo svolgimento di attività di gruppo quali letture, giochi di società, esercizio fisico, piccolo giardinaggio, ma anche semplicemente come spazio di socializzazione e relax (merenda, musica).
In tale quadro, previa valutazione d’équipe sulla base del progetto assistenziale/educativo individuale, questo “spazio all’aperto” costituisce un’opportunità per mantenere e rafforzare il legame affettivo tra familiari. Posto infatti nei pressi di uno degli accessi esterni di Struttura, lo spazio permette per chi vi sosta la vista su una delle vie del paese ed offre soprattutto l’occasione per poter incontrare in tutta sicurezza, alla distanza minima di quasi tre metri i familiari che, qualora lo desiderino, possono presentarsi secondo un calendario concordato su appuntamento con gli operatori.
Essi, pur mantenendosi all’esterno della struttura, possono dunque relazionarsi in prima persona con il loro caro, fare un saluto di persona e soprattutto interagire in modo diretto riducendo al minimo la mediazione dell’operatore. La relazione con il familiare di riferimento viene così il più possibile salvaguardata anche in questo ulteriore periodo prolungato di restrizione alle visite, riconoscendone i benefici psicologici ed emozionali e il valore di rinforzo al percorso di cura, al benessere e alla serena permanenza del residente stesso.

MODALITA’ “INCONTRO E SALUTO A DISTANZA”

Sempre nel rispetto del DECRETO della Giunta Regionale dell’Emilia Romagna Atto Num. 74 del 30/04/2020 che sancisce al punto 13 del predetto Decreto “Restano sospese le visite agli ospiti delle strutture sociosanitarie residenziali per persone non autosufficientr abbiamo individuato una soluzione che consenta di incontrare e salutare a distanza il proprio familiare senza entrare nella proprietà della struttura. Per attuare ciò abbiamo stilato una modalità a tutela dell’Organizzazione, dei Residenti e dei Dipendenti di “QUISISANA OSTELLATO”.
Pertanto, a partire da VENERDI’ 08 maggio 2020 (salvo diverse ulteriori disposizioni) si potrà prendere appuntamento telefonando di pomeriggio al numero 0533-681025 o al cellulare 3713669767 e:

  • Concordare con l’educatrice Mariangela una fascia oraria nella quale venire per incontrare e salutare a distanza il proprio familiare;
  • La durata di questo “incontro a distanza” avrà una durata max di 10/15 minuti;
  • Al parente si richiederà comunque di indossare la mascherina;
  • Ovviamente in caso di pioggia o maltempo tali incontri all’aperto verranno annullati.

Tale iniziativa sarà valida sino al 18 maggio 2020 salvo diverse comunicazioni scritte.