Il nostro lavoro al CSRR di Quisisana Ostellato comincia da lontano, dalla passione per la buona tavola e dalla voglia di sperimentare sempre cose nuove e anche dalla quotidiana consapevolezza che “Nessuno di noi è tanto in gamba quanto tutti noi messi insieme” (Roy Kroc, fondatore di McDonald’s).
L’attività si rinnova settimanalmente con la ricerca delle ricette su Internet o libri di cucina o ricette delle nostre famiglie… ovviamente gli Chef devono tenere conto della stagionalità, delle tradizioni del territorio, della reperibilità degli ingredienti e dei desideri del gruppo stesso nell’individuare la ricetta da proporre.
Una volta scelta la ricetta, viene compilata dagli Chef la Lista Ingredienti. I Cambusieri procedono al controllo delle scorte presenti in dispensa depennando dalla lista ciò che non è necessario acquistare.
Successivamente i Ragionieri, consultando il sito prontospesa.it, redigono con attenzione e calcolatrice alla mano il Preventivo  per la richiesta del budget di spesa.
Con la lista e il budget preciso i Cambusieri e i loro Aiutanti vanno a fare la spesa, facendo attenzione alle offerte e confrontando i prezzi per fare la scelta migliore.
In previsione dell’attività, gli Chef insieme all’Educatore trascrivono la ricetta al PC o per immagini, così da poter poi guidare con sicurezza il gruppo dei Cuochi nelle fasi del lavoro.
Si parte sempre dalla preparazione delle persone, degli ambienti e delle attrezzature. Guanti, grembiule, eventuali mascherine, apparecchiatura del tavolo e predisposizione del materiale. Lo Chef supervisiona dirigendo i vari passaggi, tenendo conto dei tempi e monitorando la lavorazione degli ingredienti. I Cuochi cucinano in un vero e proprio lavoro di squadra che coinvolge anche due figure non meno importanti: gli Assaggiatori.
Gli Assaggiatori riconoscono gli ingredienti dal sapore e dall’odore, distinguono il dolce dal salato, il maturo dall’acerbo, l’olio dall’aceto…e aiutano i Cuochi a non commettere errori!
Ed è così che piano piano al CSRR di Quisisana Ostellato si diffondono i buoni profumi della cucina, come in ogni casa e si rimane piacevolmente a conversare mentre si attende con pazienza la cottura. In cucina raccontarsi diventa più facile, l’appetito mette buonumore e la collaborazione avvicina gli animi, ed è una bellissima soddisfazione ritrovarsi la sera a cena a gustare i piatti preparati in un vero lavoro di squadra che include davvero tutti.

La cooperazione si basa sulla profonda convinzione che nessuno riesca ad arrivare alla meta se non ci arrivano tutti”
(Virginia Burden)