Condividi questo articolo

Alla CRA accreditata Quisisana Rimini, le nonnine si sono impegnate nella realizzazione di sacchetti profumati con l’utilizzo di alcuni mazzi di lavanda. Le anziane hanno adoperato le loro mani preziose per lavorare questo fiore, dall’odore molto delicato e fresco, togliendo tutti i fiorellini dai rami per poi raccogliere la lavanda nei sacchetti, tutto questo avvolte da una nuvola di profumo inebriante che portava alla mente i bei tempi andati.

Nel mentre svolgevano l’attività le donne raccontavano di quando erano a casa e facevano questi lavori per le mamme o per le amiche e di come raccoglievano tutti i fiori nei sacchetti profumati per riporli negli armadi ed in particolare in quelli dei neonati, pervase da un’ondata di ricordi incredibili. Un numero crescente di studi dimostra che esperienze multisensoriali costanti apportano molti benefici agli anziani, in particolare la stimolazione sensoriale che va a lavorare sui 5 sensi della persona. Tra tutti i sensi l’olfatto è uno dei più importanti tant’è vero che gli odori ci trasmettono informazioni di carattere emotivo.

Stimolare l’olfatto permette di raggiungere le memorie più antiche e profonde e inoltre favorisce il rilassamento. Oltre all’olfatto le anziane hanno utilizzato il tatto, lavorando meticolosamente con molta precisione e stimolando il loro bene stare. La socializzazione non è di certo mancata, in quanto le anziane hanno riso insieme tra un ricordo e l’altro con gli occhi lucidi di emozione.

di Pubblicato il 29 Settembre, 2022

Articoli correlati